Come guadagnare con il vecchio impianto elettrico prima della ristrutturazione

Avete mai pensato che potrebbe convenire recuperare i cavi elettrici durante una ristrutturazione?

Non dovete far altro che rimuovere i vecchi cavi elettrici; basterà smontare l’impianto elettrico; prese, contatori, lampadari ecc ecc e sfilare i cavi. Il cavo pilota potrà esservi d’aiuto (trattasi si un cavo di plastica lunghissimo). Attenzione però a non usare troppa forza altrimenti i cavi elettrici si potrebbero rompere e la rimozione a quel punto diventerebbe veramente difficile.

Fondamentalmente esistono due tipi di cavi elettrici la classe 1 ovvero quelli formato da un solo cavo e la classe 5 formata da un insieme di cavi piccoli elettrici.

 

Negli impianti di una volta spesso si trovano cavi isolati con più filamenti di rame, ma, se si ha abbastanza fortuna di lavorare in un appartamento mai toccato e di costruzione datata, si troveranno certamente cavi con conduttore Classe 1.

Un altro elemento differenziante è lo spessore dei cavi: infatti ci sono cavi molto  grossi che contengono un maggiore quantitativo di rame, come quelli che si usano nei cantieri per alimentare le macchine più grandi. Poi esistono quelli di dimensione normale che devono portare un quantitativo discreto di energia elettrica, senza preoccuparsi di fondere per un carico eccessivo.

Una volta che i vostri cavi saranno estratti dai corrugati dell’immobile in cui state lavorando, non resta che sguainarli, fino ad ottenere dei filamenti di rame totalmente puliti. Questo passaggio va fatto perché la maggior parte dei centri rottami non accettano i fili con ancora l’isolamento intorno, mentre accettano con piacere il rame nudo.

Per pulire i cavi si usa solo di un taglierino ben affilato, così da ritagliare  la gomma esterna. Ovviamente anche altri strumenti vanno bene come ad esempio le apposite trance, ecc. In alternativa, se non avete tempo a sufficienza per spellare a mano questi fili elettrici, esistono sul mercato delle macchine apposite in cui inserire i cavi con la guaina ed estrarli completamente puliti. Questi sono i metodi principali e meno pericolosi con cui pulire il rame dalla gomma esterna. La stessa cosa vale per tubi di rame isolati, che devono essere venduti senza alcuna copertura esterna.

Ovviamente la vendita potrà essere fatta presso un compro rame Milano o presso un centro di smaltimento autorizzato.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*